Associazione Giovanni Testori

Contenuti

Interrogatorio a Maria, due serate al Teatro i

Il 12 e il 19 dicembre al Teatro i di Milano va in scena un reading di Interrogatorio a Maria a cura di Milvia Marigliano, con la stessa Marigliano e Alessandro Pozzi. Lo spettacolo viene portato in scena insieme ad un altro testo su Maria, scritto da Aldo Nove. Per assitere ai due spettacoli il Teatro i propone un biglietto unico a 15 euro per gli iscritti alla newsletter dell’Associazione Testori. Per informazioni e prenotazioni tel.366/3700770 - 02/8323156.
Ecco la scheda dello spettacolo Interrogatorio a Maria.
Oratorio sacro, ma di una sacralità

»

tutta umana, intrisa di carne, di dolore ma anche di speranza. Un coro, in un teatro spoglio e privo di una spazio scenico definito, evoca Maria, la madre del Cristo. Alle domande prevedibili del "coro", risponde questa madre delle madri, questa donna delle donne. Nel testo testoriano la parola diventa vera drammaturgia "sacra", perché è più grande di chi la dice, risuona come provocazione, chiama l’uomo e ne fa il testimone, il custode del dire secondo il suo destino. Questo il senso intimo e profondo di Interrogatorio a Maria: seguire la

»

parola e lasciare che questa prenda progressivamente spazio in noi. Qui, anche la musica deve trovare lo spazio drammaturgico di un dire, un luogo in cui suono e parola convivono nell’attesa di ciò che non si aspetta e nella meraviglia di ciò che dovrà accadere, che accade e che è già e da sempre accaduto. Due attori, uno di fronte all’altro, illuminati solo da candele, cercano di restituire il "Verbo" di Testori. Il suono malinconico e popolare di una fisarmonica che diventa la voce di Dio, fa da contraltare. L’attrice che interpreta

»

Maria è scalza, ha un abito di fiori azzurro, come le contadine, le donne di casa di una volta, le donne del popolo, viene con grande fatica a vomitare di nuovo il suo dolore di madre ma anche la meraviglia di essere stata ingravidata da Dio. L’attore che interpreta il coro è un giovane incredulo, desideroso di conoscere il Mistero dei Misteri; ingenuo e incalzante nelle sue domande diventa parte del pubblico presente e chiede pubblicamente a Maria una salvezza che sia di tutti e dopo averla ascoltata torna tra la folla frastornato ma pieno

»

di meraviglia. Il fisarmonicista è lontano da loro, dietro a Maria, è giovane, potrebbe essere suo figlio e l’aiuta a sopportare il dolore generato dall’amore. Questo Interrogatorio a Maria diventa un Reading, che può venire fatto ovunque, nelle Chiese, nelle piazze, nei cortili, nelle cascine; in tutti quei posti dove il popolo si riunisce per chiedersi il senso dell’essere qui.

per ulteriori info vai qui