Associazione Giovanni Testori

Contenuti

Settima Testoriana

La Città di Treviglio dedica a Giovanni Testori, a 25 anni dalla sua morte, una settimana di eventi che ruotano intorno alla sua produzione artistica, in campo teatrale, letterario e pittorico. L'iniziativa rientra nel calendario europeo dedicato all'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. La settimana nasce dalla collaborazione di diversi partner: il Comune di Treviglio, il Festival DeSidera e l'Associazione Giovanni Testori. L'intento è di trasmettere un'immagine completa e profonda di Giovanni Testori, figura fondamentale e complessa

»

per la sua portata culturale nel settore artistico, letterario, teatrale del '900 italiano.

PROGRAMMA: giovedì 20 settembre, ore 21.00, Teatro Nuovo Treviglio :

“Una gratitudine senza debiti”
Lo scrittore e giornalista Luca Doninelli parlerà del suo libro “Una gratitudine senza debiti. Giovanni Testori, un maestro” "Quella che leggerete è una storia piccola, quasi invisibile. È la storia della mia amicizia con il mio maestro, Giovanni Testori (1923-1993). Se la propongo ai lettori è per due ragioni: la prima è perché essa apre una

»

finestra su uno dei rapporti fondamentali che legano le persone tra loro, il rapporto maestro-discepolo. La seconda è perché Giovanni Testori si è situato in controtendenza rispetto alla grande maggioranza degli intellettuali del suo tempo, che rifuggivano l’idea di far da maestri a qualcuno. Giovanni Testori mi ha insegnato a difendere, magari in un modo che può apparire talvolta irritante e scandaloso, la dignità di ogni singolo essere umano, sia pure il più turpe e indifendibile. Mi ha insegnato che un uomo comincia a essere “qualcuno”

»

solo se ha avuto il coraggio di sperimentare e affrontare il niente che è. Infine, mi ha insegnato a fare tutto ciò non a modo suo, ma a modo mio" - Luca Doninelli Con lui sarà presente Giuseppe Frangi, presidente dell’Associazione Testori che introdurrà alla visione della mostra a pannelli e delle opere pittoriche di Testori, con particolare riferimento al periodo di produzione del Macbetto.

Dal 20 al 27 settembre 2018, esterno del Teatro Nuovo,
“Giovanni Testori, una parola appassionata”.
Una straordinaria mostra a pannelli realizzata

»

dall’Associazione Testori che illustra la vita e l'opera di Giovanni Testori attraverso sorprendenti foto e fulminanti citazioni. Grande importanza è stata data alla componente fotografica che immortala, in una lunga serie di ideali fotogrammi, gli episodi più significativi della vita e dell’opera dello scrittore permettendo ad un pubblico sempre più ampio di entrare in contatto con questa figura.

Dal 20 al 27 settembre 2018, Museo Civico “Ernesto e Teresa Della Torre”, ore 15.00-18.00:
“Testori al Museo Civico”.
Sarà possibile

»

vedere dal vivo – in dialogo con la collezione permanente del museo - quattro opere cronologicamente riferite al periodo di produzione del Macbetto: Nudo (1973), Ritratto di donna (1977), Gatto (1975) e Pugilatore IV (1970), un esempio del ciclo pittorico più conosciuto di Testori. Giovedì 27 settembre 2018, ore 21.00, Teatro Nuovo Treviglio: Macbetto o la chimica della materia Trasmutazioni da Giovanni Testori Dopo 38 anni dalla sua prima e ultima messa in scena, l'opera ideata da Giovanni testori torna a teatro grazie al lavoro del Teatro

»

delle Albe all'interno del Festival DeSidera. Ideazione e regia di Roberto Magnani Musiche di Simone Marzocchi Con Roberto Magnani, Consuelo Battiston e Eleonora Sedioli Teatro delle Albe-Ravenna Teatro / Masque Teatro / Menoventi-e-production Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.