Associazione Giovanni Testori

Contenuti

Testori a Palazzo Reale - I Segreti di Milano

2003-02-15, I segreti di Milano, Milano, Palazzo Reale, Piazza Duomo 12, Alain Toubas

Fino al 15 febbraio

Promossa dal Comune di Milano e organizzata da Palazzo Reale con la collaborazione di Arthemisia, la mostra, curata da Alain Toubas, è divisa in dieci sezioni tematiche: Valassina introduce il visitatore nel mondo lombardo di Testori, ma più in generale nel suo sentimento naturalistico. I segreti di Milano propone il Testori de I Segreti di Milano e di Visconti. È la città monumentale di Sironi e di Ferroni, ma è

»

anche la Milano dei primi successi teatrali di Testori, e della censura che colpì la sua Arialda . Seicento lombardo è dedicata al tema di Erodiade e la testa del Battista con opere antiche e contemporanee da Cairo a Guttuso ai disegni dello stesso Testori nonché una scelta di dipinti de I pittori della peste. Promessi Sposi alla prova i Promessi Sposi, che Testori richiamò più volte nel proprio lavoro di scrittore e critico, qui sono ricostruiti attraverso una serie di quadri che ne documentano il tempo, o il

»

clima. Dai pitocchi di Ceruti, ai nobili ritratti di Fra' Galgario. Il teatro degli Scarrozzanti Amleto , Edipus e Macbetto , i tre celebri scarrozzanti di Testori, sono rievocati anche grazie alla presentazione dei disegni autografi serviti per lo studio dei costumi di un film (mai realizzato) sull'Amleto. Corona per la madre la sezione si apre con un dipinto di Jardiel dedicato alla madre di Testori, ma subito si allarga al tema generale della maternità e dell'amore filiale, anche più drammatico. Ai piedi della croce ispirata ad

»

un testo critico che Testori scrisse per Mitsuuchi, la sezione indaga il tema caro all'artista della Crocifissione, tanto religiosa e sacra, quanto laica, come capita in In Exitu . Questa sala propone una lunga teoria di crocifissioni di vari artisti contemporanei. Gli angeli dello sterminio (Apocalisse) il titolo della sezione è tratto dal grande ritratto a Testori di Varlin, ma il vero protagonista della sala è il tema della vanitas. Quindi il teschio, estremo simbolo di fine, si annuncia come il filo rosso della sezione, a partire

»

dai celebri quadri di Morlotti, fino alla più intimistica Malinconia di Francese, passando per i feti di Battarola. Valle Assina - Tramonti celebra una costante della produzione pittorica di Testori: i tramonti, affiancati alle Bagnanti di Morlotti e alle visioni di Guttuso in cui il tramonto si scioglie nell'estremo saluto di Testori ritratto da Fetting poco prima della morte. Sala finale : è il saluto offerto da alcuni artisti al critico, al romanziere, al poeta, al drammaturgo, al polemista, all'amico e il sipario cala sul noto

»

ritratto a Testori di Giancarlo Vitali.

Palazzo Reale di Milano piazza Duomo 12 I (20122) +39 02875672 (info), +39 02875728 (biglietteria)

orario : 9.30 – 20.00. Giovedì 9.30 – 22.00. Lunedì chiuso. (La biglietteria chiude un'ora prima). La mostra rimarrà chiusa lunedì 8 dicembre. Sarà invece aperta il 24 dicembre con orario 9.30-13.00 25 dicembre 14 .00-22.00, 31 dicembre 9.30-13.00, 1° gennaio 14.00-22.00,6 gennaio 9.30-20.00

biglietti : Intero € 9,00 Ridotto e convenzioni € 7,50 Ridotto gruppi »
€ 7,50 (+ prenotaz. obbligatoria € 1,00), min. 20 – max 25 persone, gratuito per 1 accompagnatore) Ridotto scolaresche € 4,00 (+ prenotaz. obbligatoria € 1,00), gratuito per 2 insegnanti accompagnatori Prenotazione facoltativa per singoli € 1,50 a persona

catalogo : Silvana Editoriale curatore : Alain Toubas telefono evento : +39 0254914